Vini Picó

Picó è un marchio che oggi entra a “ far parte del mondo dei vini.

Quest’etichetta vuole interpretare il valore del nobile lavoro dei vignaioli che proprio dalla tradizione possono emergere, trasmessi da un passato che si possa assaporare in un calice d’autore, che, come una poesia, racchiude forti emozioni.

I primi due vini che Picó presenta sono 2 bianchi derivati da uve prosecco di Valdobbiadene.

 

  • Vino bianco frizzante ottenuto con il metodo SUR LIE

Il metodo Sur Lie , in francese o “COL FONDO” in italiano, che letteralmente significa “sullo sporco” (lieviti) ed è il metodo più antico per produrre prosecco spumante. Prima di avere le Autoclavi, cioè vasche sotto pressione, usate per il metodo Charmat-Martinotti dove si avvia la seconda fermentazione alcolica, questa veniva creata all’interno della bottiglia, più o meno come nel metodo champenoise ma usando l’uva del prosecco, chiamata Glera. Una cosa interessante è che non si pratica il degorgement che è la tecnica che si usa per rimuovere la feccia (lieviti morti e sedimenti) per ottenere un vino chiaro. Il risultato è un vino che contiene ancora i lieviti e si possono scegliere due modi di degustazione: rimuovere i sedimenti decantandolo in una caraffa come se aveste un vino rosso d’annata o potete semplicemente shakerare la bottiglia in modo che i sedimenti si mescolino (il vino diventa torbido).

  • Prosecco Superiore di derivazione di origine controllata e garantita EXTRA DRY ottenuto con il metodo Martinotti.

Il metodo Martinotti implica la fermentazione in massa del vino base in contenitori in acciaio inox sotto pressione (autoclavi) e a temperatura controllata. Questo processo si presta particolarmente all’ottenimento di prosecchi freschi e profumati in quanto consente una più efficace estrazione di aromi e sapori.

Con un sorso la tua esperienza
Infinite espressioni della fluttuazione nel vuoto e manifesto
Potrà assaporare il pulsare nella bolla di una goccia

Contattaci